SEI IN POSSESSO DI UN FONDO DI ASSISTENZA? SCOPRILO!

lente.jpg

Oltre a chi stipula una polizza in autonomia, secondo quanto previsto dall’Ente erogatore di appartenenza, l’assistito può essere:
• lavoratore dipendente (es: commercio, industria, servizi, etc…);
• quadro;
• dirigente;
• libero professionista.

In alternativa, può far parte di altre categorie, tra cui:
• appartenenti al nucleo familiare dell’assistito (coniuge, figli o altri
componenti);
• membri di varie associazioni;
• titolari di carte di credito con polizza integrativa;
• pensionati (se provvisti di assistenza sanitaria integrativa durante l’attività lavorativa).

Nella maggior parte dei casi, appurare se è possibile usufruire dell’assistenza sanitaria integrativa è semplice.

Il lavoratore dipendente
controlla la propria busta, paga
verificando la presenza di una
voce relativa a trattenute per
fondo di assistenza sanitario o
cassa mutua.
In alternativa, chiede
informazioni all’ufficio del
personale, al Patronato o CAD.

Il libero professionista
iscritto a un Albo chiede
informazioni al proprio
Ordine Professionale
o ne consulta il sito web.

Il pensionato
verifica la propria situazione
lavorativa passata informazioni
presso l’ex azienda o le
rappresentanze di cateegoria.
In alcuni casi, infatti, la copertua
di cui si benefica durantee
l’attività professionale viene
estesa anche alla pensione

La guida all’assistenza integrativa

Medical Group ha creato la guida all’assistenza integrativa che permetterà al paziente di approfondire i fondi di assistenza.